martedì 3 novembre 2015

Recensione: "I Rami del Tempo" di Luca Rossi

Salve pages
eccomi di nuovo qui per parlarvi dell'ultimo libro che ho avuto il piacere di leggere e recensire! 😜



Titolo: "I rami del tempo"
Autore: Luca Rossi
Editore: Self Publishing

Sinossi
“Una pioggia di schegge stermina il popolo dell’isola di Turios. Si salvano Bashinoir, gravemente ferito, sua moglie Lil e la sacerdotessa Miril. Vorrebbero dare degna sepoltura ai propri cari, ma i cadaveri sono scomparsi. L’unica speranza di salvezza risiede nelle protezioni magiche del Tempio. Tuttavia devono far fronte a minacce oscure. Un’ombra infesta i loro cuori per dividerli e distruggerli. I loro corpi sembrano perdere sempre più consistenza. Alla vicinanza tra le due donne si contrappone il sempre più marcato isolamento di Bashinoir.
Nel regno di Isk, maghi e consiglieri devono sottostare all’insaziabile ingordigia di sesso, guerra e potere di re Beanor. L’ultima delle sue giovani mogli, tuttavia, non si dà pace per la libertà e l’amore perduti. Potranno i giochi e gli inganni sotto le lenzuola essere la chiave di svolta di una guerra millenaria?”



Fin dal primo capitolo Luca Rossi è riuscito a dipingere davanti agli occhi del lettore una tela ricca di intrecci. Già alla prima pagina,siamo catapultati all’interno della storia e nel vivo dell’azione.
Siamo sell’isola di Turios, il giorno del matrimonio tra la bellissima Lil e Bashinoir, officiata da uno dei due sacerdoti che si occupato delle barriere magiche erette a protezione dell’isola e degli abitanti stessi.
Tutto sembra essere in perfetto accordo con i ritmi universali ma all’improvviso tutto cambia, una pioggia di schegge travolge tutti gli abitanti, uccidendoli, solo Bashinoir e Lil si salvano, trovando riparo all’interno del Tempio, dove la sacerdotessa Miril offre loro riparo.
E da qui tutto si dipana, in un crescendo di cambi sequenza degna di uno dei migliori film d’azione.
Il romanzo scorre e ci troveremo a far la conoscenza di re Bearon, sovrano dell’isola di Isk, da sempre nemico degli abitanti dell’isola di Turion, uomo abietto dedito da sempre ai piaceri della carne più che agli affari di corte.
Che ci sia lui dietro allo sterminio mal riuscito degli abitanti dell’isola di Turion?
Luca Rossi ha servito su un piatto d’argento una varietà incredibile di scenari, tutto si mescola, intrighi, passione, erotismo, amori, gelosie, disperazione, magia, fantascienza, in un crescendo di emozioni che tiene il lettore sempre con il fiato sospeso.
Ciò che più si apprezza è il fatto che nulla è confuso, tutto appare chiaro, perfettamente descritto e difficilmente si riesce ad abbandonare il romanzo, presi da una trama ben articolata e intricata proprio come il dipanarsi dei rami di un albero.
Nel caso del romanzo di Luca Rossi, i Rami di un albero del Tempo.
Bravo!



Dal suo sofà
la vostra


Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...