domenica 29 novembre 2015

Recensione: "Lei che ama solo me" di Mark Edwards

Buona domenica pages ^.^
eccomi di nuovo in vostra compagnia, per presentarvi la recensione di un nuovo romanzo che aveva attirato la mia attenzione spulciando tra le pagine di un sito on-line, ossia "Lei che ama solo me" di Mark Edwards

Titolo: "Lei che ama solo me"
Autore: Mark Edwards
Editore: Amazon Crossing

Sinossi
"Quando Andrew Sumner incontra la bella e indomita Charlie, pensa che finalmente le cose stiano cominciando a girare per il verso giusto per lui.
La loro è una relazione intensa e passionale, ma presto Andrew inizia a chiedersi se per caso non stia perdendo la lucidità. Alcune cose spariscono dal suo appartamento. Ha la sensazione che qualcuno lo stia seguendo. E quando la sfortuna e la tragedia colpiscono i suoi amici e i suoi cari, Andrew è costretto ad affrontare un’inquietante verità...
Charlie è la ragazza dei suoi sogni o il suo peggiore incubo?
Con Lei che ama solo me Mark Edwards ci regala un’avvincente storia di gelosia, ossessione e morte."


Quando Andrew Sumner viene dimesso dall'ospedale oftalmico in seguito ad un intervento d'emergenza subito ad un occhio a causa del distacco di una retina, ha ben in mente cosa vuole dalla vita.
E' stanco di esser solo, vuole aprirsi al mondo, avere una compagna, trovare l'amore e vivere finalmente quella vita che si era precluso dalla morte dei suoi genitori, avvenuta a causa di un incidente automobilistico, quando era solo un adolescente. Da quella vicenda si isolò completamente, l'unico contatto con la realtà rimase sua sorella Tilly, che in seguito al tragico evento uscì con un danno permanente alla spina dorsale e da quel giorno è costretta su una sedia a rotelle.
Un isolamento talmente drastico, quello di Andrew, che lo ha portato alla decisione di lavorare da casa, come web designer free lance.
Ma si sa, la vita è strana e a volte, è proprio nei posti più inaspettati che ci fa incontrare delle persone che sono destinate a stravolgere la nostra vita. E così, proprio il giorno in cui viene dimesso, Andrew incontra Charlie, una donna che cambierà per sempre la sua vita. Tra i due è subito passione, di quelle che ti consumano e che ben presto si trasformano in amore .
Per Andrew, Charlie è perfetta. lo fa sentire sicuro, amato, pronto ad affrontare il mondo, certo che con lei al suo fianco, nulla ormai può più fermarlo o ferirlo.
I giorni passano, e il loro isolamento amoroso e passionale fa sì che entro poco tempo i due innamorati decidano presto di andare a vivere insieme, ormai Charlie dorme da Andrew quasi tutte le sere e lo star separati sembra provocare ai due un malessere quasi "fisico".
I primi giorni sono quasi un sogno ad occhi aperti per Andrew, un idilliaco presente.
Passione, amore, gioco, divertimento, tutto scorre all'insegna della complicità totale.... i due sembrano aver trovato la metà mancante della mela.
Ben presto però qualcosa comincia a non quadrare, piccoli episodi negativi sembrano oscurare la vita di Andrew.
Tutto comincia quando Andrew inizia ad avere la strana sensazione di essere pedinato, come se non bastasse si rende conto che dalla sua abitazione alcuni oggetti sono misteriosamente scomparsi, fino a notare che molte delle sue amicizie femminili su Facebook lo hanno cancellato inspiegabilmente.
E poi ci sono gli incidenti, tutti gli incidenti che capitano alle persone che lo circondano o che in qualche modo sono collegate a lui.
In questo clima che tiene costantemente Andrew in uno stato di "ansia e paranoia" si inserisce Charlie, che manifesta chiaramente la sua propensione al controllo, controllo che si estende anche ad Andrew, al suo lavoro e ai suoi rapporti con il mondo esterno e in particolar modo a quelli che lui ha con la sua migliore amica Sasha. 
E' possibile che Charlie e tutti quegli strani episodi siano collegati?
Non c'è dubbio che Mark Edwards ci catapulti, con questo romanzo, in una costante atmosfera cupa e paranoica, dove non si sa mai da che parte il male possa arrivare, la lettura scorre velocemente, con la suspense a farla da padrona.
Non c'è dubbio che man mano che si avanti nella lettura, il lettore potrebbe essere facilmente preda dei soliti cliché del tipo "Attrazione fatale" messo su bianco e nero, ma arrivati alle ultime pagine ci si rende conto che tutto viene sovvertito, ci si ritrova ad un finale completamente inaspettato, da cardiopalma, facendoci capire ancora una volta come molto, ma molto spesso le apparenze ingannano.
Straconsigliato! ^-^
Dal suo sofà
la vostra

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...