sabato 5 dicembre 2015

Recensione "Bellezza Crudele" di Rosamund Hodge

Hola pages
Sapevo che questo triste giorno sarebbe arrivato.
Esce un libro, lo aspetto con tutta l'anima, lo apro, lo leggo e...delusione totale!
Oggi volevo parlarvi di un retelling veramente interessante che mi è capitato di leggere, si tratta di Bellezza Crudele (Cruel Beauty Series) di Rosamund Hodge


Titolo: "Bellezza crudele" Cruel Beauty Series#1
Autore: Rosamund Hodge
Editore: Newton Compton Editori

Sinossi
Costretta a fidanzarsi con il malvagio governatore del suo Regno, la giovane e determinata Nyx sa che il suo destino è sposarlo, ma per coronare il suo sogno più segreto: ucciderlo e liberare finalmente il popolo dal giogo di quella crudele tirannia.
Eppure nel giorno del suo diciassettesimo compleanno – quando la ragazza si trasferisce con lui nel castello sulla cima più alta di tutto il Paese – capisce che nulla è come se l’era aspettato, soprattutto il nuovo marito, incredibilmente affascinante e seducente. Lei sa che deve salvare la sua gente a tutti i costi, eppure resistere al suo nemico giurato sta diventando sempre più difficile perché lui è ben deciso a conquistare il cuore della giovane sposa…





Devo dire di essere rimasta profondamente delusa da questo retelling, tutti noi conosciamo la storia de "La Bella e la Bestia", ma Rosamund Hodge con il suo "Bellezza Crudele" è riuscita a donarle una luce completamente distorta e confusionaria.
Devo dire di essere rimasta profondamente delusa da questo retelling, tutti noi conosciamo la storia de "La Bella e la Bestia", ma Rosamund Hodge con il suo "Bellezza Crudele" è riuscita a donarle una luce completamente distorta e confusionaria.
Non è facile essere Nyx Triskelion. Già a partire dalla sua nascita il suo destino è segnato, suo padre Leonidas ha già deciso che al compimento del suo diciassettesimo anno lei sarà data in sposa al Signore Gentile, demone padrone delle Ombre nonchè governatore di Arcadia, al servizio dei Gentili mandato ad Arcadia per concludere, in vece loro, patti con gli uomini disperati.
Una città, quella di Arcadia, maledetta da un sortilegio che ha sancito il suo distacco dal resto del mondo e che ora la vede prigioniera in una sorta di bolla di sapone con una pergamena al posto del cielo, e proprio a questo servirà il sacrificio della vita di Nyx, sposando il demone lei dovrà ucciderlo facendo crollare su di lui la sua dimora spezzando così la maledizione che ha gettato nella disperazione gli uomini, confinandoli in un micro cosmo.
Nyx vive così una vita fatta di poche gioie, annosi studi sui principi dell’Ermetismo e il funzionamento dei suoi meccanismi, principi su cui è costruita la dimora del demone, falsi sorrisi e l’odio e il rancore che le divorano l’anima.
Odio e rancore che non risparmiano neanche la sua gemella Astraia, la figlia prediletta di Leonidas, l’unica che le dimostri dell’affetto sincero e che cresce nella speranza che una vecchia filastrocca popolana sia la soluzione al problema e che il sacrificio di Nyx sia evitabile, la ragazza crede talmente tanto in quell’antica credenza che il giorno del matrimonio di sua sorella le regala un pugnale da portare con sé.
Nyx si avvia così verso il suo destino, entrando nella casa che sarà anche la sua tomba, conoscendo finalmente il tanto temuto marito, che si presenterà a lei con il nome di Ignifex.
Fin dalle prime ore, Nyx troverà la conferma dell’odio e del disprezzo che prova nei confronti del demone ma oltre a questi una nuova sensazione si farà strada dentro di lei…..l’attrazione! Inspiegabilmente si ritrova attratta da quell’essere demoniaco, che nulla fa per compiacerla e che sembra capace solo di irritarla.
Inaspettatamente Nyx troverà un aiuto nella nuova dimora, quello di Shade, copia esatta di Ignifex, ombra di giorno e essere evanescente di notte, che guiderà la ragazza attaverso la casa e che farà di tutto per farle scoprire i cuori della casa e farle spezzare l’incantesimo che costringe anche lui ad una condizione di semi esistenza; purtroppo ben presto Nyx si renderà conto che nessuno fa nulla per nulla e che forse l’aiuto di Shade così come l’amore che egli dichiara di provare nei suoi confronti, non sono poi così puri. 
Giorno dopo giorno Nyx imparerà a conoscere Ignifex e scoprirà che egli stesso è vittima di una maledizione che gli impedisce di ricordare il suo vero nome, e a modo suo imparerà ad amare quel demone che altro non è se non il braccio dei veri demoni, i Gentili.
Questo libro giudicato nel complesso, mi è piaciuto ma con molte riserve, la fiaba dei fratelli Grimm è totalmente stravolta e credo che le mie perplessità siano da addebitare soprattutto all'aspetto mitologico inserito, che crea una confusione generale incredibile. 
Il voler integrare la mitologia sarebbe stato uno spunto eccellente se la Hodge avesse saputo scegliere un'appartenenza e non mescolare così genericamente un argomento forse non proprio nelle sue corde, esiste la mitologia greca (molto più antica) e quella romana che hanno molte differenze, non solo nei nomi! Verso la fine del romanzo poi, tutto sembra concludersi troppo in fretta e in modo quasi forzato, come a voler far combaciare "per forza" il tutto, creando un caos totale. Menzione d'onore per Ignifex, il solo e vero elemento di forza di questo libro e l'unico che da solo vale un Totoro mio adorato in più a questo romanzo!





Dal suo sofà

la vostra

8 commenti:

  1. Questo libro mi ha chiamata e ho dovuto prenderlo. Tutta la prima parte mi ha illuso di avere tra le mani un buon romanzo, poi, ad un certo punto, l'autrice si deve essere ubriacata o deve aver fumato qualcosa di pesante perchè ho iniziato a non capire più niente. Sono arrivata in fondo perchè non mi piace abbandonare i libri a metà ma non ho capito come si è concluso. Per me Bellezza crudele è un grandissimo NO.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo è stato lo stesso per me! Ero partita entusiasta, ma ad un tratto ho cominciato a non capire più nulla, arrivata alla fine ho cominciato a credere di aver saltato pezzi o addirittura pagine perchè non capivo praticamente più nulla. :(

      Elimina
  2. sono d'accordo, questa autrice ha fatto una grand confusione con la mitologia! a me non è proprio piaciuto :/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Era partita bene, poi tra mitologia, Ermetismo e salti temporali in realtà alternative non si è capito più nulla :/

      Elimina
  3. Ce l'ho sul comodino, mi è stato regalato per compleanno.. penso di non aver letto nessuna recensione del tutto positiva fin'ora su questo retelling e la cosa non promette bene ç___ç

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma magari a te piace :)
      Il mio problema, con quest romanzo, è che parte bene ma (secondo me) finisce in guazzabuglio frettoloso dove sembra che neanche la Hodge sapesse cosa scrivere o come dare un senso alla storia che aveva creato :/

      Elimina
  4. In realtà era nella mia wish list, ma dopo questa recensione e i commenti non lo è più. :) A presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono rimasta un po' delusa qu quando. L'ho letto ^^

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...