sabato 19 marzo 2016

Recensione: "Perfetto" La Trilogia di Lilac vol.1 di Alessia Esse

Buon sabato paginette
era da giorni che cercavo di preparare una recensione decente e il più possibile obiettiva del romanzo di cui vado a prepararvi perchè, come spesso accade, quando mi ritrovo innamorata di una storia è difficile separare l'amore dalla razionalità. Ma alla fine credo di esserci riuscita ed è per questo che oggi vi presento "Perfetto" (La Trilogia di Lilac Vol.1) di Alessia Esse. ^^


“Perfetto” (La Trilogia di Lilac Vol.1) di Alessia Esse




Perfetto (La Trilogia di Lilac Vol.1) di Alessia Esse
Pagine: 296
Editore: Self Publishing
Prezzo ebook: € 2,99
Prezzo Cartaceo: 9,98

Sinossi

In un futuro non molto lontano, la popolazione è composta esclusivamente da donne. La Sindrome ha ucciso tutti gli individui di sesso maschile, e la riproduzione è possibile solo grazie al midollo osseo. Gli effetti della Sindrome sono stati talmente devastanti per le donne sopravvissute che ricordare quei giorni è proibito, così come è proibito parlare degli uomini. Musica, film, libri, arte: tutto quello che riguarda il genere maschile è sepolto sotto il dolore.
Nel paesino francese di Malorai, un angolo di paradiso ai piedi di una cascata, Lilac Zinna si prepara al diploma. Diciassette anni, un amore sconfinato per la Storia Moderna e per le regole, Lilac sta per diventare un'insegnante, coronando il suo sogno e quello della nonna Francesca, che si occupa di lei da quando è nata. Lilac è al settimo cielo, e non solo perché sta per diplomarsi: alla cerimonia solenne parteciperà anche Vega G, la donna a capo del governo femminile che regola il mondo.
E quando Vega G si mostra eccezionalmente interessata alla vita di Lilac, arrivando perfino ad offrirle un lavoro per il governo, Francesca - che nasconde un segreto tanto importante quanto pericoloso - decide di affidare sua nipote a qualcuno che avrà il compito proteggerla: due uomini.

Nel viaggio che la porterà lontano da Malorai e da tutto ciò in cui ha finora creduto, Lilac conoscerà un mondo nascosto, imparerà che il cuore può battere forte, e non solo per paura, e scoprirà chi è davvero Vega G.



Recensione 
Ho finito “Perfetto”, questo primo volume della saga distopica di Alessia Esse, la Trilogia di Lilac, pochi giorni fa, e come già si era capito nell’ultimo W.W.W., mi sono letteralmente innamorata di questa storia!

Protagonista di questa saga è Lilac Zinna, una ragazza che vive con sua nonna Francesca in una cittadina francese - Malorai - in un mondo che, visto da  fuori, potrebbe davvero sembrare un piccolo angolo di Paradiso in Terra. Nessuna guerra, nessun conflitto, tutti godono di ottima salute e la serenità regna incontrastata grazie all’USP e alla sua fondatrice, Vega G. Lo scotto da pagare, come in tutte le società distopiche, si basa soprattutto su ciò che può condizionare e “insediare” nella mente della popolazione, dei principi diversi da quelli su cui è basata l’USP stessa. Tutti ascoltano la stessa musica, ammirano la stessa arte e leggono gli stessi libri. Oltre alle gravi mancanze sotto l’aspetto culturale, un’altra componente manca a questa società, il cromosoma Y ovvero… l’uomo. L’intera popolazione maschile mondiale è stata falcidiata da un virus molti anni prima che Lilac nascesse ed è solo grazie all’USP che le donne si sono potute salvare dalla disperazione e dall’estinzione che, senza una componente così importante, incombeva sull’umanità. E’ per questo che Lilac, così come tutto il mondo, nutre nei confronti di Vega G un’ammirazione smisurata. Ben presto Lilac avrà modo di proclamare questa sua venerazione ad alta voce visto che sarà proprio lei a tenere il discorso per la consegna dei diplomi, cerimonia a cui la stessa Vega G prenderà parte.

E’ in quell’occasione che sua nonna Francesca si renderà conto del grave pericolo che incombe su sua nipote e che la porterà a compiere un gesto estremo, quello di sconvolgere completamente la vita e le convinzioni di Lilac costringendola a fuggire da Malorai grazie all’aiuto di due uomini. Uomini si! Perchè in realtà gli uomini non si sono estinti, ma vivono ben lontani dalla Francia e dalla minaccia che, dal giorno del virus, grava su di loro.

Nel trambusto che segue la fuga, la ragazza si troverà a capire molte cose e a cercare di capire da che parte stare, di capire dov’è la verità in quel mare di menzogne su cui poggiava la sua vita perchè, come le ricorda uno dei protagonisti, Elia: “Ora sei anche tu dall'altra parte del filo spinato, e noi qui onoriamo ogni giorno che riusciamo a conquistare.”

Quando si affronta la stesura di un romanzo distopico credo che la difficoltà maggiore sia quella di creare non solo dei personaggi accattivanti e una trama coinvolgente, ma anche quello di dar forma e sostanza a una società totalmente diversa da quella che conosciamo e dargli un fondamento, basi solide su cui poggiarsi per essere credibile. Alessia Esse ci è riuscita alla grande, ha dato vita a una storia convincente e soprattutto accattivante. Diciamoci la verità, quante volte il nostro lato di “Suffragette 2.0” è venuto a galla prepotentemente facendoci chiedere: “Ma degli uomini, noi donne, abbiamo realmente bisogno?”.

Con Lilac e la sua migliore amica Margot, detta Baguette, in qualche modo cominceremo ad avere delle risposte.
Consiglio questo romanzo? Assolutamente si! Perché scritto bene, perché cattura, perché non dà tregua e soprattutto perché non puoi fare a meno di ammirare i suoi personaggi. Per il loro impegno, per il loro coraggio, per la loro forza, per la loro capacità di rialzarsi e non cedere a un incubo pronto a schiaccianti forte di una verità che è, per Lilac così come per Baguette, una verità quasi impossibile da sostenere.



Dal suo sofà
la vostra








6 commenti:

  1. Ciao! Complimenti per la recensione :) Questa autrice mi ispira molto e la tua recensione mi ha fatto venire una gran voglia di correre a recuperare questa serie :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! Merita davvero di esser letta ;)

      Elimina
  2. Alessia Esse è bravissima. E questa trilogia ne è una prova. *__*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi è piaciuto in maniera esagerata! <3

      Elimina
  3. Mi ispira molto! Lo metto in WL <3

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...