sabato 16 aprile 2016

Recensione: "Una sorpresa per te" (in ogni tuo respiro) di Rujada Atzori

Buongiorno paginette ^^
Avevo proprio bisogno di questo sabato, non mi sembra vero! L'allergia mi sta devastando e uscire di casa, anche se oggi a Roma c'è un bel sole che non invoglia di certo a stersene chiusi in casa ^^
Finalmente ho finito la recensione di uno degli ultimi romanzi letti e volevo parlarvene, si tratta di "Una sorpresa per te" (in ogni tuo respiro) di Rujada Atzori


"Una sopresa per te" (in ogni tuo respiro) di Rujada Atzori

Titolo: "Una sorpresa per te" (in ogni tuo respiro)
Autore: Rujada Atzori
Pagine: 157
Editore: Butterfly Edizioni
E book: € 0,99
Cartaceo: ---

Sinossi
Cosa c'è di peggio che scoprire di aver chiesto la mano alla tua fidanzata storica completamente ubriaco?
Alessandro ha una vita sicura e ordinaria: un lavoro, una casa, degli amici fidati e una fidanzata con cui sta dai tempi della scuola.Tutto potrebbe andare a meraviglia, se non fosse che le ha chiesto di sposarlo da ubriaco e una volta sobrio non è poi così sicuro del suo amore e della loro relazione...
Giorgia ha 26 anni e una malattia incurabile: è sfigata cronica!
Ha un lavoro che non le concede un attimo di respiro, una gatta che attenta alla sua vita tutte le volte che può, un'amica che per mantenersi fa video erotici ed è single perché ha fatto una promessa. In paranoia per i suoi difetti fisici, perché non riesce a fare a meno della nutella, cerca di vivere come un maschio: andando di letto in letto con chi le piace, peccato che il destino non le permetta mai di consumare...
Tra battibecchi, equivoci e problemi di omonimia, complice un uovo gigante di cioccolato, i due si ritroveranno spesso sulla stessa strada.
Una sorpresa per te è un romanzo che saprà sorprenderti! 

Recensione
“Una sorpresa per te” (in ogni tuo respiro) di Rujada Atzori ci parla di due ragazzi come Alessandro e Giorgia che, attraverso i loro PoV, ci fanno capire come sia difficile rapportasi all’amore e alle mille difficoltà che comporta.
La prima con cui facciamo conoscenza è Giorgia, barista piena di vita, in lotta perenne contro quei kg di troppo che affliggono i suoi “fianchetti”, e che è un vero e proprio “attira guai” vivente. Si ritrova sempre impantanata nelle situazioni più assurde, ha la ferma convinzione che prima o poi diventerà ricca (cosa che non accadrà mai ovviamente) e come se non bastasse, ha la certezza che la sua gatta “culona” Tempesta, stia cercando di ucciderla (un vero e proprio serial killer felino).

“Devo ammettere che fa davvero paura con quello sguardo da psycho-cat”

Nonostante tutte queste avversità, non perde mai il sorriso e affronta la vita cercando di viverla sempre al massimo, grazie anche al sostegno della sua migliore amica Katia.
Alessandro, la seconda “voce” di questo romanzo, si trova in una situazione a dir poco imbarazzante. Risvegliatosi una mattina con i postumi di una sbronza micidiale, è assalito dalla strana sensazione di aver fatto qualcosa di sbagliato anche se non sa bene di che si tratti, lo apprenderà dai suo fidati amici. In preda ad un attacco di gelosia, ha chiesto alla sua decennale fidanzata Giorgia (omonima della protagonista), di sposarlo. Vista sotto un certo punto di vista, non sarebbe poi questa gran tragedia se non fosse per quell’inquietudine che ha ormai preso fissa dimora in lui. Che cosa c’è che lo porta ad avere mille dubbi, mille incertezze? Alessandro è consapevole del fatto che prima o poi avrebbero compiuto quel passo così importante, ma di certo non era così che aveva programmato la sua proposta, non era così che dovevano andare le cose, non era quello il momento giusto e ora si trova nella sgradita situazione di dover comunicare la notizia alla sua fidanzata. Gli amici, dal loro canto, non lo aiutano poi molto, non approvano la sua scelta. Alcuni di loro sono convinti che il ragazzo sia troppo giovane e non si sia goduto abbastanza la vita per sposarsi così presto. Altri, come il taciturno Mathias, non sono convinti che la storica compagna sia la donna giusta per lui e mettono in dubbio “l’apparenza” della ragazza, in poche parole non è chi vuol far credere di essere.
Un giorno, complice una vacanza rigenerante in una spa, le strade di Alessandro e Giorgia si incrociano dando il via alle danze.
Se sulle prime, Giorgia e Alessandro provano un’antipatia reciproca, passata qualche ora subito la simpatia e la complicità che i due provano l’uno nei confronti dell’altro diventeranno più forti, cominceranno a conoscersi meglio e a dare una possibilità a quel ragazzo e a quella ragazza che, a un primo impatto, avevano giudicato insopportabili.
Alessandro non capisce perchè non riesce a staccarsi da Giorgia, perchè quando è in sua compagnia non riesce a fare a meno di pensare a proteggerla, a difenderla, lei che sembra così forte ma al tempo stesso così indifesa, lei che in certi momenti sembra così persa dietro ai suoi pensieri che la portano lontano, distante da lui.
E forse lontano Giorgia lo è davvero, perchè anche l’anima più allegra ha dentro di sé dei lati oscuri, che magari nascondo momenti dolorosi che offuscano quella solarità, quell’aria da dura che perennemente si ostenta a dimostrare.

“Questa donna ha portato nella mia vita uno scompiglio doloroso, mettendo in discussione ogni cosa”

Sarà Alessandro capace di scavalcare quella barriera e soprattutto riuscirà a far tacere i suoi sensi di colpa sempre più crescenti e a decidere cosa sia più importante nella sua vita? L’abitudine o la felicità?
Ecco come in poche pagine, si possano riassumere mille emozioni. La storia di Alessandro e Giorgia è capace di catturare l’attenzione del lettore, di trascinarlo nella trama, con quel pizzico di humor che non guasta mai. Consiglio questa lettura perchè scritta bene, perchè intrigante e soprattutto perchè non bisogna mai dimenticare che a volte, per dare una speranza al futuro, bisogna lasciar andare il passato.
 
 
dal suo sofà
la vostra

6 commenti:

  1. Ma che carino questo libro, una storia semplice e leggera che sembra molto interessante

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo è! E' uno di quei libri che ti tira su il morale quando ti senti un po' giù. Giorgia è uno spasso, ti fa morir dal ridere con tutte le disavventure che le capitano e la storia della gatta serial killer mi ha dato il colpo di grazia XD

      Elimina
  2. Grazie mille *_____* che bella recensione!!! *_____* <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te per essere passata, è un vero piacere averti qui :D xoxo

      Elimina
  3. Ciao! Non conoscevo il libro e devo dire che sembra proprio il genere che apprezzo sempre: leggero e divertente =)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' molto divertente! Giorgia è uno spasso ^^

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...