lunedì 16 maggio 2016

Recensione: "Gli effetti speciali dell'amore" di Angela Iezzi

Buonasera paginette ^^
E allora? Come state? Siete sopravvissute al fine settimana? E, per le fortunate che ci sono state, come è andato il salTo?
Per me, un week end all'insegna della lettura e del maltempo! Qua si passa dalla pioggia al caldo tropicale nel giro di un'ora e ormai uscire "vestita a cipolla" è la norma. Mi sento un po' come Ralph Macchio in Karate Kid, mi ci manca solo il maestro Miyagi affianco che mi dice: "Na na na na na! Ophelie san! Tu metti giacchetto, togli giacchetto, metti giacchetto, togli giacchetto".
Ma, cipolle e karate a parte, veniamo all'ultimo romanzo letto ^^



"Gli effetti speciali dell'amore" di Alessia Iezzi

 Titolo: "Gli effetti speciali dell'amore" ♥ Autore: Angela Iezzi ♥ Pagine: 239 ♥ Editore: Newton Compton Editori ♥ Genere: Contemporary romance ♥  e book: €2,99 ♥ Cartaceo: 8,42  

Sinossi 
Ashley Morgan ha ventiquattro anni, una grande passione per i libri e una laurea in economia, che ha conseguito al solo scopo di compiacere il padre, proprietario di una famosa azienda dolciaria, di cui è certa di prendere il posto. E invece, del tutto inaspettatamente, il padre decide di affidare la guida della società a Jaime Standley, che lavora al suo fianco da molti anni e ne è diventato il braccio destro. Di fronte a quel gesto Ashley chiude i rapporti con lui. Passano gli anni, durante i quali padre e figlia perdono quasi ogni contatto, fino a quando il signor Morgan muore, lasciandole una cospicua eredità. Alla lettura del testamento un’altra sorpresa attende Ashley: a lei andranno il conto in banca, la casa di famiglia e una quota di minoranza della società, a Jaime la maggioranza delle azioni e il compito di gestire e amministrare la Morgan&Hall. Ma solo a una condizione: che per un anno i due beneficiari lavorino insieme e risiedano sotto lo stesso tetto. Ashley si sente ingannata e truffata: Jaime è un impostore e lei gliela farà pagare. Ma la convivenza forzata qualche volta può rivelarsi assolutamente imprevedibile…
Vincitore del premio Ilmioesordio


Recensione 
Ormai è ben noto il mio amore per i romanzi che coniugano ironia e amore e questo di Angela Iezzi lo ha ha fatto in maniera esemplare.
Ashley Morgan è una ventiquattrenne pronta a entrare nel mondo del lavoro passando per la porta principale. Rinunciando a tutti i suoi sogni, si è laurata in Economia pur di far felice il padre e prendere il suo posto alla guida della Morgan&Hall, azienda dolciaria ben nota.
Sfortunatamente per lei, le cose non andranno come previsto. Il giorno del suo ritorno a  casa, fresca di laurea, scoprirà che suo padre ha deciso di lasciare la guida della sua azienda al giovane Jaime Standley, famoso giovane pasticcere nonché suo pupillo. Per Ashley sarà un duro colpo da incassare, un colpo che la porterà ad allontanarsi da suo padre e da quella che era la sua casa natia.
Quando - a tre anni di distanza - suo padre muore, la giovane si ritroverà a dover fare i conti con le sue azioni e con l’uomo che per lei è un bieco usurpatore.
All’apertura del testamento infatti, scoprirà che se vuole entrare in possesso della sua eredità e della sua amata casa, dovrà passare un intero anno sotto lo stesso tetto con Jaime e insieme dovranno dirigere la Morgan&Hall.
La convivenza fra i due sarà una vera e propria guerra. Tra luoghi limitati, digiuni forzati (le doti culinarie di Jaime, putroppo per la protagonista, non si limitano alla pasticceria), divani off limits e capricci da bambina viziata, Ashley renderà la vita di Jaime un vero inferno, facendogli pagare quelli che, secondo la donna, sono gli errori del padre.
Riuscirà l'affascinante Jaime a conquistare il cuore di Ashley?
Sembra che ormai cibo e amore non riescano a viaggiare separati e devo dire che questo romanzo li accoppia in un connubio perfetto.
Se a tutto questo aggiungiamo l’ironia e l’umorismo, gli ingredienti per un romanzo vincente ci sono tutti.
Sinceramente immedesimarmi in Ashley non è stato facile anzi, a dirla tutta, non ci sono proprio riuscita visto che l’ho trovata odiosa e testarda peggio di un mulo al contrario, quello che invece ha avuto il mio sostegno e la mia comprensione per tutto il romanzo è stato Jaime, costretto a vedersela con una donna capace di mettere alla dura prova anche la pazienza di un frate francescano.
Angela Iezzi ha dato vita ad una storia che sicuramente attrae e convince, con dei personaggi ben definiti, che sono la forza di un romanzo leggero ricco di ironia e fantasia. Ashley è una donna forte e decisa che però, di fronte a Jaime, si trasforma in una bambina capricciosa pronta a puntare i piedi per ogni minima cosa. La pazienza dell’uomo, biblica a mio parere, nei confronti della donna e della sua impulsività è qualcosa che va oltre la più umana immaginazione e l’interagire tra i due sicuramente intriga e diverte.
Un romanzo carino, fluido, leggero, che racconta la storia di una donna che forse ha dato per scontate molte cose - amore paterno compreso - e di un uomo pronto a tutto pur di conquistare la fiducia di colei che ama da sempre.
Se cercate un romanzo leggero, divertente e - soprattutto - avete la pazienza di reggere i capricci di Ashley, “Gli effetti speciali dell’amore” fa per voi!  ;)




dal suo sofà
la vostra
 


 
 

4 commenti:

  1. Mhm non so, leggere di una protagonista con i capricci come dici tu mi convince davvero poco. Ho davvero un problema con le protagoniste che non mi piacciono

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sai, io credo che Ashley dovesse essere così per forza. L'idea è proprio quella di farne una bambina capricciosa e in certi punti è molto buffa. Quello che un po' mi ha lasciato perplessa è stato il lasciare completamente a margine le scelte e il decesso del padre, che sono in realtà il fulcro del romanzo.

      Elimina
  2. Non potevo non passare a leggere la recensione, adesso che ho terminato il libro :) alla fine sono riuscita a dargli 3 stelle, ma davvero tirate... mi è piaciuta la leggerezza della storia, ma la protagonista mi stava uccidendo, che odio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti confesso che in certe parti l'avrei legata e imbavagliata. Jaime? Santo subito!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...