domenica 22 maggio 2016

Recensione: "Uragani e Arcobaleni" di Fanny Di Natale

Buongiorno paginette! ^^
Finalmente ieri è stata una giornata degna della stagione primaverile e io, dopo un po' di giorni di latitanza, sono di nuovo con voi. Il motivo della mia assenza? Il trambusto che c'è stato nella vietta dove abito, a causa di un evento che si è svolto venerdì pomeriggio e che è stato fonte di non poche arrabbiature ovvero, l'inaugurazione dell'apertura di uno scavo archeologico. >.< 
Eh, già! Perchè solo a me poteva succedere di abitare in una casa con le finestre che danno su uno scavo. Uno potrebbe pensare che è bello ma è bello un corno se lo scavo è quello di una tomba sepolcrale! Affacciatevi un po' voi su tre tombe che vi guardano dal basso! 
Già tutta la settimana mi alzo prima dei galli, d'ora in poi avrò anche l'onore di dire buongiorno a Octavia Paolina, suo padre Octavius Felix e non so chi altro. Nella mia vita giusto la camera con vista sul cimitero ci mancava! *___*


 
 

“Uragani e Arcobaleni” di Fanny Di Natale


Titolo: "Uragani e Arcobaleni ♥ Autore: Fanny Di Natale ♥ Pagine: 190 ♥ Editore: Triskell Edizioni ♥ Genere: Contemporary romance ♥ Cartaceo: € --- (e book: € 3,37)

Sinossi
Celine Brandi è una ragazza altruista e piena di talento, chiusa nel dolore per la perdita del suo fidanzato.
Quando il destino è sul punto di regalarle un po’ di felicità per l’ammissione al Berklee di Boston, si trova inaspettatamente catapultata nella vita di Ian Montani, un ragazzo che ha perso la vista a causa di un incidente.
Tra incomprensioni e mille difficoltà, i due giovani riusciranno a trovare il posto nel mondo e la forza per vivere appieno la loro vita.
 
 




Recensione 

Celine Brandi è una giovane violinista di talento che vive immersa nella musica e nel dolore per la morte del suo ragazzo Diego. Presta servizio come volontaria presso una struttura per giovani non vedenti e appena diplomata, vede coronarsi uno dei suoi sogni più grandi: la sua richiesta per poter studiare presso il prestigioso “Berklee College of Music” di Boston è stata accettata. E’ proprio mentre festeggia questo suo personale  traguardo che, con la complicità di un amico comune, nella sua vita irrompono Adele e Riccardo Montani, genitori di Ian Montani, giovane rampollo di una famiglia a capo di un’azienda produttrice di macchine agricole. E’ a lei infatti che i due si rivolgono per tentare di avvicinare il ragazzo, con l’intento di convincerlo a sottoporsi all’operazione che potrebbe permettergli di vedere di nuovo.
In seguito a un incidente d’auto, Ian ha infatti perso temporaneamente l’uso della vista ma dal giorno delle dimissioni dall’ospedale, il ragazzo rifiuta categoricamente l’idea di sottoporsi a qualsiasi trattamento chirurgico, cacciando e imprecando contro chiunque tenti di avvicinarlo.
Nonostante i tentennamenti iniziali, Celine accetterà di aiutare la famiglia e da quel momento tutto nella sua vita cambierà. L’incontro con Ian non sarà certo dei più promettenti ma, con il tempo, la tenacia e la dolcezza della ragazza avranno la meglio sulla diffidenza e la scontrosità del ragazzo. E’ così che, conoscendo e approfondendo meglio il suo rapporto con Ian, Celine e il suo cuore si ritroveranno sempre più coinvolti, arrivando ad ingaggiare una lotta con quel vuoto che da troppo ormai alberga dentro la ragazza e che proprio nel momento in cui sembra voler far spazio di nuovo all’amore, diverrà ancora più opprimente. Quando penso a questo romanzo, mi viene subito in mente una frase contenuta in esso:


“Entrambi abbiamo bisogno di tornare a vivere, in modi diversi, ma forse un invalido agli occhi e un invalido al cuore sono una coppia troppo male assortita”


Questa frase credo sia l’essenza stessa del romanzo di Fanny Di Natale. Le sue pagine sono - di fatto - un resoconto dettagliato del percorso che due persone così segnate dalla vita fanno per tornare ad amare ancora. Un percorso pieno di ostacoli, costellato di incomprensioni, con Rabbia e Paura come compagne di viaggio e dall’esito non sempre così scontato.
Celine è una ragazza oppressa dai sensi di colpa che prova nei confronti di un amore perduto in un modo così tragico mentre Ian è un ragazzo che lotta contro la vita, contro un destino che lo ha reso invalido e contro una madre che cerca in ogni modo di far di lui il figlio perfetto che non è.
La storia di Celine e Ian è bella, profonda ed è narrata con dolcezza, leggerezza e fluidità. Fino alla fine si rimane appesi ad un filo, in preda alla curiosità di sapere se quei due cuori si concederanno ancora di amare o meno, ma forse l’unica cosa da fare è quella di seguire il saggio consiglio della nonna di Celine:


«Lascia che il tuo cuore viva ancora le emozioni che la vita vuole dargli. È un muscolo piccolo piccolo, ma la nonna mi diceva che è come la borsa di Mary Poppins: puoi nasconderci cose grandi dentro.»




dal suo sofà
la vostra


 


6 commenti:

  1. Complimenti per la recensione :) Il libro ha un titolo davvero adorabile e una copertina bellissima, ma la trama non mi diceva niente di che... però la tua recensione mi ha incuriosita lo stesso. Non è molto nelle mie corde al momento, ma se mi sentissi dell'umore adatto a questo genere, beh... lo terrò presente :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! :) È una lettura molto piacevole e soprattutto non cade nel pietismo e l'ho apprezzato tanto ;)

      Elimina
  2. Ciao, so che il tuo blog è già stato nominato nel Liebster Award 2016, però sono arrivata tardi alla mia nomina e non ho potuto evitare di nominare chi era già stato nominato xD Ovviamente non serve che tu faccia di nuovo il post, ma se vuoi dare un'occhiata al mio mi farebbe piacere! Lo trovi qui http://theinkspell.blogspot.it/2016/05/liebster-award-2016-discover-new-blogs.html

    RispondiElimina
  3. Ciao! volevo dirti che il tuo blog mi piace molto e quindi ti ho nominato per il Liebster blog Award 2016, trovi il post sul mio blog!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono stata già nominata ma grazie per aver pensato a me ^^
      Beso

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...