lunedì 22 agosto 2016

RECENSIONE: "ADAM" DECEPTIVE HUNTERS SERIES, #1 di GIOVANNA ROMA

Buon lunedì paginette! ^^
Oggi finalmente riesco a pubblicare una recensione a cui tenevo particolarmente. Non l'ho fatto primaperchè so che molti di voi sono ancora in vacanza, alcuni sono tornati e io... io sono stata impegnata in una prova per un nuovo posto di lavoro che mi ha praticamente fatto impazzire.
Tra turisti che parlavano tutte le lingue del mondo e pazze scatenate che chiedevano di chiudere le bocchette degli umidificatori che "mi scusi ma si rovina la messa in piega", sono tornata a casa stanca morta.
BTW! Veniamo alle cose serie e diamo spazio a Giovanna Roma e al suo "Adam", primo volume della serie Deceptive Hunters

Titolo: ADAM
Autore: Giovanna Roma
Serie: Deceptive Hunters Series,#1
Editore: Self publishing
Genere: Dark contemporary romance
Data di pubblicazione: 20 aprile 2017

Sinossi
Ho sempre saputo come sarebbe stata la mia vita.
La mia storia è stata scritta da qualcun altro e non è certo una trama felice.
Solo. Letale. Killer.
Circondata dalla feccia della società. Dipendente. Vuota.
Niente legami. Fuori dal lavoro non esiste una vita vera per me.
Soltanto il baratro.
Tutti si proclamano innocenti, finché il mio proiettile non decide per loro.
Io vedo cosa nascondono dietro la maschera. Li scopro animali.
Poi qualcuno si mette in mezzo e complica le cose.
Qualcuno mi ha urlato in faccia e sono stata costretta ad affrontare i mostri nella mia testa.
Inizia la caccia.
Inizio la fuga.
Ora un bivio cambierà per sempre ciò che sono.
Ora tutto sarà diverso. Finalmente sarò solo io e nessun'altra
.

Eleanor ha un passato da dimenticare ma cancellarlo non è possibile, troppi ricordi dolorosi, scelte difficili, silenzi pesanti. Quello della ragazza, per una serie di sfortunate coincidenze, si presenterà una sera, mentre lavora come spogliarellista in un locale di striptease di Amsterdam, sotto le spoglie di un uomo affascinante e misterioso.
Tra i tanti clienti che affollano il locale, lei deciderà di stuzzicare proprio lui e credetemi quando vi dico che si maledirà per tutto il romanzo per quella sua scelta.
Adam, lo si capisce fin da subito, è un uomo molto diverso da quelli che solitamente, Eleanor intrattiene. Maledettamente sicuro di sè, è circondato da un’aurea che solo in pochi hanno, quella di chi conosce gli abissi più reconditi del male e che li ha vissuti sulla propria pelle. Per Eleanor è ormai troppo tardi e la sua vita, da quel momento, sarà irrimediabilmente legata a quella dell’uomo. Ma che vuol dire entrare nel mondo di Adam? Significa entrare nella vita di un killer professionista che vive di omicidi su commissione e che della morte di nutre.
Quante volte ho aspettato il buio per agire? Finchè non sono diventato io l'oscurità
Fidatevi quando vi dico che questo non è il solito dark. Se vi aspettate attimi di dolcezza e amore improvviso non fateci affidamento. Vi innamorerete della figura di Adam?Forse si, forse no. Subirete il suo fascino? Non lo escludo! Ma sapete quale sarà la cosa più probabile? Lo odierete, lo troverete frustrante, lo maledirete, proprio come Eleanor. E’ bello? Si! E’ affascinante? Si! Ci sa fare? Si! Qual’è il problema? La sua anima.
Perchè l’anima di Adam - e posso dirvi che a un certo punto vi chiederete anche se ne ha una - è sporca e nera come la pece, risiede nel male più profondo che l’uomo conosce. Perchè Adam non conosce amore, non conosce affetto, per lui è come se fossero sentimenti appartenenti a un retaggio del passato, una distrazione, un punto debole che in una situazione come quella che lui e Eleanor si troveranno ad affrontare non può permettersi.
L’unica cosa di cui è capace è il possesso ed è curioso come a volte sia proprio questo quello di cui il cuore ha bisogno.
Sapete come è stato per me leggere questo romanzo? Catturata fin dalle prime pagine, lo paragonerei ad un viaggio sulle montagne russe con tanto di giro della morte, perché Giovanna Roma non si risparmia e ci regala una storia nera, piena di mistero, erotismo, segreti, ricca di suspanse, adrenalinica dove i colpi di scena si susseguono con estenuanti inseguimenti per le vie e i canali della città olandese alla ricerca della verità, della salvezza… della vendetta.
Un applauso per la penna di questa donna che è riuscita a sfornare uno dei protagonisti dark più insopportabili e ingestibili che io abbia mai incontrato. Adam è una mina vagante che sarà impossibile non "contrastare". Vi porterà sull’orlo della frustrazione, avrete istinti omicidi, gli manderete le peggiori maledizioni eppure - e in questo entra in gioco la bravura di Giovanna - proprio come Eleanor, non potrete fare a meno di cercare la sua protezione, la sua fisicità, la sua essenza perché, Catullo docet, a volte nell’odio risiede l’amore, proprio come succederà ad Eleanor e probabilmente anche in voi e in me, che a distanza di giorni, ancora nutro curiosità per quell’uomo insopportabilmente affascinante e terribilmente possessivo. ;)

dal suo sofà
la vostra
 

2 commenti:

  1. Grazie infinite per le tue parole. Sono felicissima che Adam ti abbia catturato così tanto. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te per avermi dato quest'opportunità!Non vedo l'ora che esca il secondo! ^^

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...