mercoledì 23 novembre 2016

Blogger League Event - Day#3 pt.2: "Lettera a me stesso"

Lo so, lo so! 
Oggi questo blog è un viavai continuo, ma che volete farci? E' una conseguenza del Blogger League Event quindi, se volete cercare una colpevole, andate da Consuelo del blog Palle di neve di Co. è stata lei a organizzare tutto questo 😈


Guardate che non è mica facile! Si fa presto a dire: "scrivi una lettera a te stesso del passato o del futuro"  ma poi devi decidere, e lì cominciano i problemi. Io, vista l'età, vado al passato perchè tanto lo so che con il DNA composto dal #maiunagioia perenne, qualche casino comunque o lo combino o mi succede.


"Lettera a me stesso"

"Picchiepò" in una cosa non siamo cambiate per niente... i convenevoli! Quindi non cominicerò con smancerie varie tipo "cara, tesoro..." e via dicendo, anche se devo ammettere che per te un piccolo debole ce l'ho, ma non  illuderti. Prima di tutto non preoccuparti, tua madre un giorno smetterà di metterti gonne pantaloni scozzesi e farti indossare calze o maglioni color "carta da zucchero", non avrà potere decisionale a vita sul tuo vestiario, arriverà l'adolescenza e lì - in un certo senso - avrai la tua rivalsa, visto che diventerai una sorta di "demonio ormonale". Credo che in quel periodo quella povera donna abbia seriamente preso in considerazione l'idea di darti in adozione.
C'è una cosa molto importante che devi sapere su tuo padre. Adesso lo vedi come un uomo cattivo, come quello che ti sgrida sempre, che ti fulmina con lo sguardo. Bhè, lui non è poi così cattivo. Se lo sai prendere con le buone è un uomo a posto. Ha i suoi difetti, certo. Ma per assurdo ad un certo punto della tua crescita, andrai più d'accordo con lui che con tua madre. Sai perchè urla? Da un orecchio nun ce sente proprio, quindi lui è convinto di parlare con un tono normale, in realtà l'hanno sentito fino a Piazza Porta Castello.
Crescerai e ti innamorerai, soffrirai per colpa dell'amore, come succede a tutti e ci saranno volte in cui penserai che la tua vita senza Mario o Thomas non abbia più un senso ma non durerà a lungo. In questo caso è vero quello che senti dire: il tempo guarisce tutto! Non può essere sempre tutto bello come nei libri che leggi... magari!
Arriverà anche quello giusto, certo è un uomo quindi lo vedi già adesso che sei piccola che tendono ad avere un leggero "ritardo mentale" e a sbagliare sempre i tempi e i modi. Sai il genio che farà? Si deciderà a chiederti di uscire con lui quando tu ormai ci avevi messo una pietra sopra... che ti avevo detto? E' un uomo! Anche lui, come tuo padre, ha i suoi difetti ma ragazzì, dimola tutta, mica tu sei tutta 'sta perfezione.
Lo so che vorresti sapere di più sulla tua "incredibile storia d'amore" e sul suo aspetto, ma non ti rovinerò la sorpresa, lo riconoscerai però... c'ha un naso che fa' provincia! Quest'affermazione protrebbe allarmarti ma non temere, non ti fidanzerai nè con Pinocchio nè tantomeno con Cyrano de Bergerac.
Ecco, lo vedi il sorriso che hai in questa foto? Non sarà sempre così. Succederanno tante cose spiacevoli, perderai persone che ami e a un certo punto della tua vita te la vedrai davvero brutta. Ti sembrerà di vivere in un film. Un giorno bene e il giorno dopo dentro a uno di quei posti che tanto ti fanno paura. Com'è che diciamo a Roma? "Te rigireranno come 'n pedalino" per capire cos'hai e alla fine ne verranno a capo anche se il responso non è che ti andrà tanto a genio. Ti farai coraggio e andrai avanti anche grazie a quell'amore nasone che non ti farà mai sentire sola e ti sorreggerà quando ti sembrerà impossibile rialzarti. Sarai forte e poi ricorda che metà di te viene da quell'omone quindi: testa alta, spalle dritte e guarda avanti.
Una sola cosa non cambierà mai nella tua vita e sempre ti sarà di conforto, il tuo amore per i libri. Ne leggerai tanti e tanti ancora ne leggeremo. Saranno il tuo porto sicuro, la tua ancora di salvezza, i tuoi amici, il tuo vivere una vita diversa.
Tuo padre e il nasone un po' romperanno perchè non sapranno più dove metterli, ma sai cosa succederà? Inventeranno una cosa che si chiama "e book reader", un rettangolo grande come un quaderno e lo schermo di una calcolatrice. Lì dentro potrai leggerci tutti i romanzi che vuoi, zittendoli tutti.
In conclusione "Picchieppò", lo so che forse ti ho deluso facendoti capire che non diventerai quello che volevi, ma abbi fiducia in me e in quello che ti dico: va bene anche così, perchè quello che conta di più è chi deciderai di essere dentro di te.
A presto, regazzì


Con amore
la tua "IO" maggiore

P.S.: Dimenticavo, avrei un favore da chiederti. Verso i 25 anni, cerca l'indirizzo di un certo Massimo Incerpi e scrivigli. Anche una cartolina va bene, digli solo "Massimetto mio, per' carità! Nun te venga mai in mente de scrive un romanzo con una trama incentrata su "Uomini e Donne". Tutto, ma non quello!". Ci conto, eh!

E per oggi è tutto
Dal suo sofà
la vostra






12 commenti:

  1. Mi è piaciuta molto la tua lettera, è bello scoprire che anche se non siamo diventati quello che ci aspettavamo siamo comunque felici di ciò che siamo, è questa la cosa importante ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho sempre creduto che l'importante, nella vita, sia trovare e accettare chi siamo. ^^

      Elimina
  2. Ahah..il PS è formidabile!!!!
    Quando hai parlato di tuo papà mi è sembrato di leggere di me stessa!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Da piccola avevo una paura folle di lui, a malapena riuscivo a parlargli ^^

      Elimina
  3. Questa lettera è veramente bella e divertente. Leggere il dialetto romano è un tocco di classe. Grazie per aver condiviso un angolo della tua esperienza: è sempre bello leggere di persone che sono felici di cosa e di come sono diventate.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I dialetti sono un tesoro che non dobbiamo perdere, ho sempre pensato questo

      Elimina
  4. oddddddioooooooo mi hai fatto morire, sei un uragano tu sempre con la battuta pronta, una con il sorriso sempre in faccia, ma sei anche dolce :3

    RispondiElimina
  5. Ciao! Mi spiace tanto per i brutti momenti passati. A volte ci si sente davvero soli ed impotenti ed il corpo che dovrebbe sostenerci si rivela la nostra più grande decisione.
    Spero che sia tutto a posto e che tu adesso sia felice.
    L'invenzione del Reader ci ha salvati tutti, nemmeno io ho posto. I libri stanno ovunque e per me che sono allergica alla polvere non è il massimo.
    Queste lettere sono una più commuovente dell'altra, io che sono cinica mi sto ammorbidendo un pò, pensa che effetto mi fate.
    Un abbraccino virtuale
    Leryn

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se mi guardo indietro e penso a tutte le cose che ho visto "nascere" mi vien da ridere per quanto mi sento vecchia! XD

      Elimina
  6. Ok non so se dopo aver letto questa lettera (finalmente ce l'ho fatto) voglio piangere o ridere... Cara Roberta di una cosa sono certa... sei veramente una forza della natura sia in spirito che in persona...sfido chiunque a rimanere allegra e ironica con quello che hai... E' stato un piacere conoscere la tua io presente e passata :-*

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...