venerdì 19 maggio 2017

RECENSIONE: BEAUTIFUL GIRL - EASY VIRTUE,#1 di Mia Asher

Hola pages
finalmente riesco a dare di nuovo una parvenza di normalità al blog, postando una recensione che giaceva nel pc da molto tempo. Parliamo di Beautiful Girl, il primo romanzo della duologia Easy Virtue di Mia Asher

Titolo: BEAUTIFUL GIRL
Serie: EASY VIRTUE,#1
Autore: Mia Asher
Editore: Newton Compton Editori
Genere: New Adult,
Pagine: 254
Data di pubblicazione: 4 maggio 2017
Sinossi
Blaire White è stata una bambina trascurata, che ha passato tante notti a piangere a causa della perenne assenza dei genitori e di una cronica mancanza di affetto. Il suo dolore alla fine si è trasformato in amarezza e il suo desiderio di essere amata è diventato un bisogno di sentirsi adorata dagli uomini che seduce, che usa e poi rifiuta. Fino a quando si ritrova faccia a faccia con due uomini che, per la prima volta, sono capaci di penetrare quella corazza inespugnabile che è diventata la sua anima. Ronan è sentimento allo stato puro, l’incontro con l’innocenza dello sguardo, il risveglio di sensazioni che pensava di aver dimenticato. Lawrence invece è un uomo d’affari di successo, sa esattamente quello che vuole. Ma cosa desidera davvero Blaire? E soprattutto è ancora in tempo per capire che cos’è l’amore?


RECENSIONE
La vita non è stata generosa con Blaire. Bullizzata da piccola per via del suo peso, con una madre assente e un padre alcolizzato, ha imparato presto che l’unica certezza, la sua unica fonte di calore, sono i beni materiali. Il lusso è tutto ciò di cui Blaire ha bisogno e quando da brutto anatroccolo si trasforma in cigno, impara a fare del suo corpo una merce di scambio. Non è una prostituta Blaire, non vende il suo corpo, a lei piace essere l’oggetto del desiderio, vuole essere per gli uomini, l’unico punto focale, la fonte del piacere, la “nota” degna di considerazione, vuole avere – anche se per un tempo limitato – tutta l’attenzione che non ha avuto da piccola ed essere coccolata materialmente.


"È così bello essere desiderata… bellissimo. Mi fa sentire potente e ne voglio di più, come una droga micidiale sparata nelle vene."

L’amore non sa neanche cosa sia, c’è stato un tempo in cui l’ha desiderato, soprattutto da piccola, ma poi ha capito che è un’arma a doppio taglio. L’amore prende, toglie, ferisce e fa soffrire… uccide. E allora via, al bando dalla sua vita quel sentimento così complicato, ben vengano le relazione che non vanno da nessuna parte, con uomini ricchi e facoltosi, pronti a soddisfare ogni sua richiesta. Walker è solo l’ultimo di una lunga lista di uomini che, da quando si è trasferita a New York, provvedono ad ogni sua esigenza. Grazie a lui può permettersi un appartamento di lusso, regali, cene e sesso degno di nota. Questo fino al giorno in cui nella vita di Blaire, compare Lawrence. Non avrebbe dovuto guardarlo, lo sapeva, ma quando l’attrazione è forte e l’oggetto del desiderio è un uomo che trasuda potere e soldi da tutti i pori, resistere è impossibile. La proposta è di quelle che non si possono rifiutare, sesso, ricchezza e nessun sentimento. Quello che Lawrence propone, è quello che Blaire sogna e quando Walker la scarica per iniziare a recitare la parte del marito perfetto, accettare è quasi una necessità. Ma c’è una variante con cui Blaire non ha fatto i conti: la vita. E la vita fa sì che sul suo cammino incroci gli occhi e il corpo di un ragazzo che di benestante ha ben poco ma che tanto ha da offrire sul piano emozionale: Ronan. Grazie a lui Blaire riscopre le attenzioni, la gentilezza, l’affetto, l’amore e lei non può permetterselo. Non può correre il rischio di amare e soffrire, di morire per un sentimento fugace destinato ad estinguersi e così fa quello che nessuno si aspetterebbe. Prende una decisione destinata a marchiare per sempre la sua anima. 

"Nello spettacolo della mia vita la mia vita è nuda, ma io sono vestita di bugie.
E a me sta bene perchè al mondo sopravvivono solo i più adatti."

Annichilita, così mi sono sentita dopo aver finito di leggere questo romanzo. Mia Asher ha stravolto tutte le regole del buon senso (quello comune) e ha creato un personaggio che farete fatica a capire perché Blaire è l’antitesi per eccellenza, il cinismo fatto donna. Eppure, nonostante tutto, a mio modo l’ho amata e arrivata al cliffhanger finale posso dire di aver perso un battito insieme a lei. Questo romanzo mi ha stregato, catturandomi in un vortice di emozioni e situazione che difficilmente mi hanno lasciato andare. Ho un nuovo amore, la Asher.

Dal suo sofà
la vostra

2 commenti:

  1. Ho questo libro nella mia WL e spero di leggerlo il prima possibile :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Nicky!
      Non vedo l'ora che esca il seguito, sono troppo curiosa di sapere cosa succederà ^^

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...