venerdì 21 luglio 2017

RECENSIONE: LA DOLCEZZA PUO' FAR MALE di DANIELA VOLONTE'

Hola pages
avete mai la sensazione di essere un pesce fuor d'acqua? Si?! Ecco! Allora potete capire perfettamente come mi sono sentita io nello scrivere la recensione dell'ultimo romanzo che ho letto, parliamone insieme.

Titolo: LA DOLCEZZA PUO' FAR MALE
Autore: Daniela Volonté
Editore: Newton Compton Editori
Genere: Contemporary romance
Pagine: 160
Data di pubblicazione: 14 luglio 2017
Sinossi
Jack Lang è uno scrittore di gialli di fama internazionale e non vuole mai comparire in pubblico. Dietro al suo pseudonimo si nasconde Gabriele Neri, un uomo la cui esistenza è stata stravolta dal diabete e dalla mancata accettazione della sua nuova condizione.
Cassandra Accorsi divide l’appartamento e il lavoro con la sua migliore amica, Elisa. È una web designer e il suo ufficio si trova tra il salotto e la cucina. Cassandra ha paura di viaggiare da sola e quando, per cause di forza maggiore, deve partire da Roma alla volta di Milano, accetta di condividere l’auto con una compagna di viaggio. Peccato che invece di una ragazza, sarà Gabriele a rispondere al suo annuncio.
Arrivati a Milano, dopo un viaggio disastroso, entrambi sono più che felici di dirsi addio, ma il destino ha deciso di rimescolare le carte, e per entrambi ha in serbo una sorpresa…

Gabriele e Cassandra sono due perfetti sconosciuti fino al giorno in cui, per ragioni differenti, si ritrovano compagni di viaggio lungo l'asse Roma/Milano. Terribilmente antipatico lui, incredibilmente sospettosa lei, non hanno assolutamente niente che li lega se non la voglia di arrivare il prima possibile e porre fine a quel viaggio che per entrambi è più una croce che una delizia. Arrivati a destinazione i due possono tornare alle loro rispettive vite, pregando di non dover ripetere mai più un'esperienza simile. Complice un'agenda dimenticata, i due si ritroveranno nella situazione di doversi incontrare ancora e stavolta sarà difficile separarsi. Daniela Volontè sfrutta il car sharing per far conoscere un uomo e una donna che, al contrario di quanto ci si aspetterebbe da un romance, non sono vittime di un "insta love", piuttoso di un odio profondo. Gabriele Neri è un uomo deluso dalla vita, ferito, vittima di una malattia che non perdona e per la quale ha cambiato totalmente se stesso. Rinchiusosi in un isolamento quasi forzato, dopo aver lasciato il lavoro, ha fatto della scrittura la sua valvola di sfogo, riuscendo a diventare in poco tempo, uno scrittore di fama internazionale. Cassandra è una ragazza dolcissima, piena di vita, premurosa con i suoi cari, estroversa. Sarà proprio questa differenza caratteriale a far da collante a Gabriele e Cassandra. Con la sua dolcezza, Cassie riuscirà a far breccia nel cuore di un uomo ibernato nel suo isolamento. 
“La cosa più patetica è che non so perché io sia tanto arrabbiato con il mondo intero. Non me ne frega un cazzo di psicoanalizzarmi, vorrei solo smetterla di sentirmi così adirato per ogni cosa che mi capita.”
Sarà una presenza discreta, complice, che con amore e dolcezza riporterà alla vita un Gabriele ostinato e troppo arrendevole nei confronti di una patologia che cambia la vita sì, ma non la distrugge. Volevo leggere la Volonté da molto tempo, per questo non appena ho saputo dell'uscita del suo nuovo romanzo, mi ci sono fiondata. Che dire di questo "La dolcezza può far male"? E' un romanzo che si legge molto bene, scorrevole e che ha la particolarità di porre l'accento su di una patologia che in qualche modo limita la vita di un uomo. Ho trovato assolutamente coerente e plausibile il modo in cui Daniela ha plasmato Gabriele che, dall'oggi al domani, si ritrova a dover riorganizzare la sua intera esistenza. Ok, scopriamo le carte in tavola! Se mi conoscete bene avrete già capito che c'è un "MA". Devo dire che quando mi capitano queste situazioni mi sento sempre un pesce fuor d'acqua perchè - come detto finora - al romanzo e alla storia non ho nulla da recriminare, anzi. Il problema sono state le mie aspettative, non so perchè mi aspettavo qualcosa di più. Prima di finire questa recensione ho dato un'occhiata agli altri giudizi e sono giunta a una conclusione, probabilmente il problema sono io che vorrei le montagne russe in ogni storia! Una cosa è certa, questa frase mi è rimasta nel cuore...
“Ucciderò le tue paure, così come tu hai fatto a pezzi le mie. E soprattutto ti parlerò sempre… anche quando non vorrai ascoltare.”
Dal suo sofà
la vostra

 

4 commenti:

  1. Ciao! :) Mi spiace che questo libro non si sia rivelato all'altezza delle tue aspettative (non sempre le nostre aspettative ci aiutano, a me è successo diverse volte di ritrovarmi delusa da un libro non tanto per il libro in sé ma perché mi aspettavo di più), ma tutto sommato non sembra male. Non ho mai letto nulla di questa autrice, ma prima o poi spero di poter rimediare :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Siannalynn
      credo che il problema maggiore stia nel fatto che mi sono creata troppe aspettative in base ai commenti post uscita. Credo che la Volonté sia una bravissima scrittrice e sicuramente leggerò altro di suo ^^

      Elimina
  2. Ciao cara.
    Anch'io mi aspettavo un qualcosa in più anche perchè abituata agli altri libri di quest'autrice questo è un pò diverso. L'ho comunque valutato positivamente perchè è una storia diversa, più breve rispetto alle altre, più semplice e soprattutto che parla di un argomento poco trattato e proprio per questo secondo me andava premiata. Tuttavia penso che gli altri romanzi della Volontè siano un gradino più in alto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Susy
      la penso come te e comunque non mi fermerò a questo romanzo con lei, perchè credo che abbia molto di più da dire! ^^
      Vengo subito a leggere la tua recensione XD

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...