lunedì 9 maggio 2016

Recensione: "La schiava francese" di Kathleen McGregor

Buon pomeriggio paginette ^^
Come avete iniziato la settimana? Io bene! Lo so che è strano, succede una volta l'anno o due, ma credo che parte del merito vada all'ultimo romanzo letto. 
Stavolta mi sono tuffata nel mondo dei pirati e delle cacce al tesoro e sapete che vi dico? Non è stato poi così male anzi... tutto al contrario ;)



"La schiava francese" di Kathleen McGregor 

Titolo: "La schiava francese" ♥ Autore: Kathleen McGregor ♥ Pagine: 405 ♥ Editore: Leggereditore ♥ Genere: Historical romance ♥ E book: € 4,99 ♥ Cartaceo: € 14,37 

Sinossi 
Capo Verde, 1674. Angeline Bonnaire vive a bordo della Bonne Chance, la fregata del pirata francese Benjamin Adam, colui che l’ha sottratta alla schiavitù e resa sua amante. Per assicurarle un futuro, ora che porta in grembo il frutto della loro relazione, Adam le affida una mappa che conduce a un ricco tesoro, e la fa fuggire a bordo di una scialuppa. Trasportata dalle onde in mare aperto, Angeline è tratta in salvo dal veliero olandese Swaan: è l’inizio di un incubo. La Swaan è una nave negriera e il suo capitano è intenzionato a ricavare una fortuna da quella mezzosangue di rara bellezza, ma il fato vuole che sul palco del mercato degli schiavi di Port Royal la scorga Omar De Chaville. Pur di averla e portarla al sicuro a bordo della Spitfire, De Chaville è disposto a qualunque cosa. Così Angeline si ritrova nelle mani di un uomo che non fa mistero di volerla, e che inspiegabilmente la guarda e le parla come se la conoscesse... La vera minaccia tuttavia è un’altra: il nuovo capitano della Bonne Chance, Louis Fontaine, è sulle sue tracce, determinato a recuperare la mappa del tesoro...


Recensione
Leggere questo libro è stato come fare un vero e proprio salto indietro nel tempo, in un’epoca dove le donne godevano di ben poca considerazione e gli uomini erano spesso  degli avventurieri senza scrupoli, pronti a passar sopra a tutto pur di raggiungere i loro scopi.
Angeline Bonnaire, la protagonista di questo romanzo, sa bene cosa vuol dire cercare di sopravvivere in un mondo che sembra non aver spazio per donne come lei. Tratta in salvo da una nave negriera poco più che bambina dal pirata Benjamin Adam, sotto la sua protezione cresce. La sua casa è la Bonne Chance, la fregata di quest’ultimo e qui imparerà a lottare e a difendersi dall’ostilità che la circonda. Divenuta sua amante, verrà nuovamente messa in salvo dall’uomo, che con un espediente l’aiuterà ad abbandonare la nave, nel momento in cui Benjamin si renderà conto che - a causa di alcune scoperte tenute nascoste all’equipaggio - la sua sorte è ormai segnata. Angeline, incinta e sola si ritroverà a dover nuovamente lottare per la sua vita e quella del figlio che porta in grembo, il figlio di un pirata.
Se sulle prime il destino sembrerà esserle avverso, facendola cadere nuovamente nelle mani di un negriero, sarà proprio nel momento in cui sta per essere venduta che sulla sua strada incrocerà il capitano Omar De Chaville, un uomo forte ma gentile, duro ma dotato al tempo stesso di grande generosità. L’inizio del loro rapporto sarà tutt’altro che roseo. Abituata ai modi rozzi degli uomini che l’hanno sempre circondata, Angeline farà molta fatica a fidarsi di quell’uomo che l’ha praticamente rapita e trascinata sullo Spitfire, il suo vascello. Ogni giorno sarà una sfida tra due persone che parlano due lingue diverse e non riescono a comprendersi. Da una parte la donna, una fiera sempre pronta ad attaccare e a non farsi avvicinare, dall’altra un uomo paziente che attende. Attende che i giorni facciano il suo corso, che i piccoli gesti intacchino la corazza di quella donna così orgogliosa ma allo stesso tempo così insicura, che la gentilezza scalfisca la durezza di quell’anima così diffidente, che la passione prenda il posto dell’odio. Perché Omar ha già capito che la chiave per entrare nel cuore di Angeline sta nel fatto che deve essere lei ad avvicinarsi, senza costrizioni, senza regole, senza remore.
E saranno proprio quei gesti, quella gentilezza e l’arrivo sulla nave di un’altra donna, Frances - che farà da tramite fra i due - a far sì che Angeline si avvicini al capitano.
E proprio questo suo lasciarsi andare farà provare ad Angeline un sentimento mai conosciuto prima, l’amore e con esso un dono inaspettato. Un dono che la renderà praticamente una donna dotata di una forza incredibile, la conoscenza. Conoscenza che Benjamin Adam, ben consapevole di una straordinaria capacità che distingue Angeline dalle persone comuni, le aveva sempre negato. Leggere questo romanzo è stato, di per sé, un’avventura nell’avventura. Mille avvenimenti, cacce al tesoro, storie che si intrecciano a quella dei due protagonisti e personaggi mai scontati che vanno ad arricchire una trama mai deludente, raccontata in modo fluido e senza tempi morti, con una scrittura che coinvolge il lettore senza mai annoiarlo.
Non avevo mai letto un historical romance e devo dire che, grazie alla McGregor, ho potuto apprezzare le qualità di un romanzo di questo tipo. La sua capacità narrativa, l’accuratezza nel descrivere  personaggi e situazioni, fanno di quest’autrice una scrittrice dotata di notevoli capacità che nulla ha da invidiare alle colleghe di oltreoceano.
La storia d’amore tra Angeline e Omar cattura e con loro due non ci si può certo annoiare, la loro relazione coinvolge e soprattutto fa riscoprire il fascino di un erotismo velato ma ben presente.
Un romanzo senza ombra di dubbio bello e appassionante.
 

dal suo sofà
la vostra




6 commenti:

  1. Non conoscevo questo libro però mi piacciono molto le storie così se scritte bene, dalla tua recensione appare evidente che è scritto benissimo quindi me lo devo segnare sicuramente.

    RispondiElimina
  2. Ciao! Io amo gli historical romance e questa è una di quelle serie che mi piacerebbe iniziare! =)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora devi assolutamente iniziarla

      Elimina
  3. aaaaahhhhh devo troppo leggerlo!! Io amo gli historical romance *^*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' talmente brava nelle descrizioni che a un certo punto mi sembrava di essere nel vascello insieme a loro! XD

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...