venerdì 4 novembre 2016

5 cose che... : 5 libri che non consiglieresti mai

Buonasera paginette ^^
Tutto bene? Stasera pochi preamboli e andiamo dritti al sodo. Visto l'argomento della settimana, come sempre è bene ricordare che "de gustibus non disputandum est" e che gli Dei me la mandino buona.





1 - La storia d'amore più bella del mondo di Massimo Incerpi


Massimo mio, io ti voglio bene, ma proprio non ho capito che libro hai scritto. Ci ho provato, l'ho letto fino in fondo e fino in fondo ho sperato ma... niente! Una storia che praticamente è il riassunto di una puntata di "Uomini e donne" con tanto di minaccia. Quale minaccia, direte voi? Quella di un seguito, visto che finisce in modo aperto con il tronista, lei, l'avversaria e l'ex di lei che devono partire per un'isola deserta. Suppongo che il seguito sarà un riassunto di una puntata dell' "Isola dei Famosi" e se tutto va bene, ne facciamo un terzo dove riassumiamo "Il grande Fratello" che fa sempre audience.


2 - Il nome della Rosa di Umberto Eco

Per il secondo titolo l’ho presa in maniera ironica, come sempre. Dovete sapere che io con questo romanzo ho un rapporto di amore e odio. L’ho letto molti anni fa e… porca paletta, Umbè! Avevo si e no 16 anni, andavo ancora a scuola, tu nun me poi fa’ un romanzo dove per  ogni 20 pagine di trama me ne facevi scontà 50 di storia, mi bastava quella che facevo in classe! So’ 600 pagine, 200 di storia medievale, perdonami se puoi  ma… mai una gioia.

3 - Into the sun di Annabelle Lee

 
Un’emergente, quindi tutto si perdona, però il sassolino dalla scarpa me lo devo togliere. Lei incontra lui, come sempre i soldi non mancano, la scintilla scatta subito così come da subito scattano i misteri. Inseguimenti, dubbie identità sulla natura umana di lui e… e...  e un finale dove non ci si capisce più niente. A distanza di mesi ancora mi chiedo che cosa ho letto, tant’è che non ho fatto la recensione perché proprio non sapevo da dove iniziare. Chi mi conosce sa che ogni tanto vado a leggermi le recensioni di questo romanzo su Amazon. Ad oggi nove lettori lo acclamano come un capolavoro dell’ermetismo, due poracci sono nelle mie stesse condizioni e uno si mantiene sulla via di mezzo salvandosi con un “troppo ermetico”.  Arrivata a questo punto ho capito che le opzioni sono tre: una è che, vista l’età, sto cominciando a dare chiari segni di demenza senile, la seconda è che a me sia arrivata una copia priva di editing da parte dell’editore e la terza è che chiaramente io non ho capito nulla dell’ermetismo. Ai posteri l’ardua sentenza.


4 - Bellezza Crudele di Rosamund Hodge

Voi non potete neanche immaginare la delusione che ho provato leggendo questo retelling de “La Bella e la Bestia”. Per quasi tutto il romanzo la Hodge se l’era cavata, mescolando tradizione a mitologia per poi finire in un groviglio infinito dove non si capisce nulla… mai una gioia 2.

5 - 100 colpi di spazzola prima di andare a dormire di Melissa P

Altro romanzo di un’era fa. Uscì ed ebbe un successo clamoroso con scandalo incluso, Melissa ovunque presente. Tv, giornali, radio, tutti non facevano altro che parlare di questa sedicenne (tanti mi pare ne avesse all’ora) che aveva scritto un libro basato sulla sua vita più sessuale che altro… grazie al cavolo! A sedici anni praticamente gli ormoni fanno i rave 24 ore su 24, di che vuoi che parli? Mi convinsi e lo lessi, morale della favola? ‘A Melì, hai incontrato uno ST***ZO, non c’era bisogno di darla a destra e manca per smaltire la delusione. Un minuto di silenzio per 129 pagine di assoluta tristezza sessuale.

E questi erano i miei libri assolutamente da non consigliare, sempre con ironia e mai con saccenza!

Dal suo sofà
la vostra

36 commenti:

  1. Ciao:) condivido la tua opinione sul primo libro :) arrivata in fondo mi sono chiesta il senso ?!
    😊😊

    RispondiElimina
  2. Noooo, l'Umbertone nazionale ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fede l'ho detto! Io non ce l'ho con la storia, io ce l'ho con il BIGNAMI di storia che Umberto mi ha fatto leggere. Ogni due per tre mi toccava tornare indietro a cercare Adso per l'abbazia XD

      Elimina
  3. Il 0primo ce l'ho su uno scaffale e credo che resterà lì xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazia mia non lo fare! Per la tua sanità mentale non aprirlo neanche

      Elimina
  4. Ahahaha mi hai stesa con Melissa P.!
    Qui il mio post se ti va https://lamiacaoticalibreria.blogspot.it/2016/11/5-cose-che5-libri-che-non-consiglierei.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Melissa P. fu un disastro su tutta la linea per me e pensa che ha fatto anche una marea di soldi con quel romanzo

      Elimina
  5. Insomma ti viene proprio da dire: è proprio la più bella storia del mondo XD

    Non ho letto nessuno, nemmeno quello della Hodge, non mi ispirava e mi sa che ho fatto bene, comunque se ti va <3 https://angelsbook-reader.blogspot.it/2016/11/rubrica-5-cose-che-libri-che-non.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La storia più bella del mondo è quella di non leggerlo, di non aver nessun contatto con lui! ^^

      Elimina
  6. Come mai non ti é piaccio il nome della rosa??? Io ho intenzione di leggerlo.. So che eé molto bello!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahaha! Martina puoi legggerlo, è un bel libro ma ti a accorgerai che, molto spesso, Eco parla del periodo storico... Io quello ho odiato. Mi faceva perdere il filo

      Elimina
  7. Di Melissa P. ho letto L'ODORE DEL TUO RESPIRO e mi è bastato. Praticamente detiene il primo posto dei libri più BRUTTI che io abbia mai letto.
    Carta sprecata per nulla.
    -.-"

    Eleonora C
    LA BIBLIOTECA DELLA ELE

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ele! Dopo 100 colpi io neanche sapevo che avesse scritto altro, ma per curiosità ho letto la sinossi... orrore!

      Elimina
  8. Bellezza Crudele... ringrazio di non aver mai comprato il cartaceo

    RispondiElimina
  9. Per il primo libro non è solo la storia a fare acqua da tutte le parti ma è anche lo stile dell'autore, entrambi vanno a braccetto!

    RispondiElimina
  10. Alcuni sentit,i tipo il 4 e il 5 della lista (di cui forse avrei letto quello della Hodge: ma davvero è così deludente?) gli altri purtroppo no...
    Buon sabato Ophelie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oddea, i gusti son gusti. Ti dico solo che per metà romanzo la Hodge promette i fuochi d'artificio ma nel finale, a mio parere, si perde in un bicchier d'acqua.

      Elimina
  11. Ciao, nuova follower. Bellezza crudele per me è stato un ni, ho visto che è comparso diverse volte in questo argomento. Il nome della rosa l'ho letto alle medie (giusto l'altro ieri) e mi ricordo la fatica ma che mi era piaciuto. Non ci provo però a rileggerlo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Chiara, piacere! :) Il nome della rosa è un bel romanzo, quello che lo rende pesante, a mio giudizio, è tutta la parte di filosofia medievale che Eco ha inserito. Una fatica

      Elimina
  12. Risposte
    1. Ely lo dico per Te... salvati da Incerpi! XD

      Elimina
  13. Il libro della Hodge non era piaciuto nemmeno a me. Credo che le darò una seconda possibilità e leggerò almeno un altro dei suoi libri, o almeno questa era l'intenzione originale, ma più passa il tempo e meno mi sento convinta :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siannalyn io ho il tuo stesso dubbio anche perchè non capisco come mai un romanzo così acclamato all'estero qui non sia stato accolto alla stessa maniera. Per carità, i gusti son gusti ma o la traduzione ha lasciato a desiderare o proprio il romanzo non va perchè non è possibile che la maggior parte di noi abbia lo stesso parere. :/

      Elimina
    2. Ti posso dire che nel mio caso non è stata la traduzione, perché io l'ho letto in originale, ma la storia e i personaggi non sono riusciti a trasmettermi un granché :(

      Elimina
    3. E allora proprio no! Avevo provato a salvarlo ;)

      Elimina
  14. Sul primo libro avevo fatto un pensierino ma le recensioni negative superavano le positive e l'ho lasciato perdere. Il nome della rosa....io ci ho provato a 14 anni a leggerlo la prima volta e l'ho lasciato perdere, poi l'ho ripreso intorno ai 16 e l'ho letto tutto d'un fiato e mi è stra piaciuto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma è normale! Ci sono dei tempi anche per i libri. Non si può sostenere il peso della filosofia medievale a 14 anni. Sarebbe come dare Erasmo da Rotterdam in prima media... me sparo. Rileggendolo ora sono sicura che lo apprezzerei molto di più ^^

      Elimina
  15. Ha ha ha, Ophelie! "Gli ormoni fanno i rave 24 h su 24"! Buahahaha!
    Comunque avevo appena inserito "Bellezza crudele" in wishlist; gisto l'altro ieri! Non dirmi così... e ho anche "La storia d'amore più bella del mondo" in attesa di lettura perché me lo ha spedito l'editore, anche se non è il mio genere. Pensavo di leggerlo perché mi sembra leggero, ma ora sono un po' combattuta :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Provaci con "Bellezza crudele", io ti dico che per metà libro è stato interessante ma poi si è perso alla grande. Per il secondo credimi... non aprire quel libro! XD

      Elimina
  16. Il libro di Incerpi non credo avrà un seguito visto il feedback negativo..o almeno lo spero, anche io l'ho messo come il primo di quelli che non consiglierei mai! ç_ç

    Bellezza crudele a me è piaciuto da matti...! o.o

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il povero Massimo ormai è bollato da tutti! >.<

      Elimina
  17. No vabbè tu sei il male ahahah mi hai fatto morire dalle risate specialmente con Massimino tuo ma come ho fatto a farmi sfuggire questo post? ahahah

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma è perchè in un certo senso gli voglio bene! E' quella tenerezza che nasce quando non vuoi essere malefica... ahahahahah

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...